Calciomercato: Lavezzi al Milan per dopo Kakà (Formazione Milan 2009-2010)

Per il dopo kakà se verrà ceduto ecco spuntare l’ipotesi Lavezzi, in dettaglio vediamo come si presenterà la formazione del Milan 2009-2010 con un 4-3-1-2 tanto amata dal nuovo tecnico Leonardo.

Milan Formazione 2009-2010.jpg
Una punta, anzi una mezzapunta. Dalle parole di Adriano Galliani, che ha chiaramente annunciato l’arrivo di un grande attacante, si fa strada un’ipotesi fin qui mai vagliata, ma che potrebbe rivelarsi la più probabile. Per sostituire Kakà, il Milan starebbe infatti pensando a Lavezzi, in rotta con il Napoli, pallino di lunga data di Berlusconi e, soprattutto, unico giocatore in circolazione con caratteristiche simili al brasiliano. Si tratta di un nome nuovo, ma anche di un vecchio obiettivo del presidente Berlusconi. Parliamo, quindi, di un giocatore per cui il numero uno dei rossoneri potrebbe muoversi in prima persona. Come, è facile capirlo dal momento che il Premier ha da tempo un ottimo rapporto con De Laurentiis – a gennaio aveva rinunciato all’argentino per non mettere in difficoltà proprio il presidente dei partenopei – e un’amicizia altrettanto salda con Roberto Donadoni.

Detto dell’interessamento, vanno fatti due conti. Eccoli: per Lavezzi il Napoli chiede tra i 20 e i 25 milioni. Cifra che, difficilmente, riuscirà ad ottenere da qualsivoglia squadra. Logico, quindi, che il prezzo del Pocho debba abbassarsi almeno fino a 18 milioni. Su questa basi si può intavolare una trattativa che, anche per volere di Donadoni, potrebbe/dovrebbe comprendere almeno una contropartita tecnica. Al tecnico degli azzurri – e a Marino – piace molto Marco Borriello, già accostato al Napoli in altre occasioni, e il Milan potrebbe anche decidere di farlo partire per ridurre quasi a zero il costo dell’operazione Lavezzi.

Ceduto Borriello, però, i rossoneri dovrebbero cercare un sostituto adatto per l’attacco. Un giocatore, in altre parole, con caratteristiche simili all’ex genoano. Alto, forte di testa, con un fisico importante: il che, tradotto, fa Luca Toni, chiuso al Bayern Monaco dall’arrivo di Gomez e Olic e nel mirino del club di via Turati già un paio d’anni fa. Il costo dell’operazione, circa 8 milioni, sarebbe alla portata dei rossoneri.

Il rafforzamento del Milan potrebbe però passare per altre due cessioni illustri: Pirlo e Seedorf. Il presidente Berlusconi li ha dichiarati incedibili entrambi, ma è molto probabile che almeno uno dei due possa seguire Carlo Ancelotti al Chelsea. Almeno uno dei due, appunto, perché i londinesi hanno molti soldi da mettere sul piatto e con 35/40 milioni potrebbero portarsi a casa il pacchetto completo. Un’offerta che Galliani non potrebbe rifiutare, perché con quella cifra l’ad rossonero avrebbe a disposizione il budget necessario per costruire la parte restante della squadra senza intaccare il “bottino-Kakà, che serve per ripianare i debiti, e praticamente a costo zero. Dei 35 milioni, 15 potrebbero essere investiti per il sogno-Mexes. In alternativa, con il Palermo si potrebbe chiudere per il danese Kjaer a 12 milioni massimo. Gli altri venti milioni, ma ne basterebbero quindici, verrebbero buoni per un regalino a Leonardo, che vuole Hernanes.

Nelle casse del Milan, con questi conti, rimarrebbero i 70 milioni di Kakà e i 15 incassati dal Bordeaux per Gourcuff. Con questi ultimi potrebbe arrivare almeno un esterno di difesa. I nomi giusti sono ancora da trovare, ma il mercato non è che cominciato.

Commenta

Calciomercato: Lavezzi al Milan per dopo Kakà (Formazione Milan 2009-2010)ultima modifica: 2009-06-04T21:56:00+02:00da sportblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento