NBA: Finale 2009 Los Angeles Lakers – Orlando Magic 100-75 in gara 1

Nella gara 1 delle finali NbaLos Angeles Lakers hanno vinto battendo in casa 100-75 gli Orlando Magic. Guidati da un Kobe Bryant al meglio della forma, i Lakers non hanno mai perso il controllo dell’incontro, guidando il match dall’inizio. Ottima la prestazione di Bryant, autore di 40 punti, 8 assist e 8 rimbalzi. Negativa invece quella della stella degli Orlando Magic, Dwight Howard, che ha messo a segno solo 12 punti. Gara 2 domenica, sempre a Los Angeles.

Scarica Live Player e Guarda GRATIS in Diretta Live Streaming Tutto il Basket in HD sul tuo PC!

Nba Lakers Orlando.jpg
     

Un massacro. Venticinque punti (100-75) di scarto e partita già segnata all’intervallo. Se i Magic sono questi, ma, soprattutto Kobe (40 punti con 16/34 al tiro, 8 rimbalzi e 8 assist in 38’) è quello visto ieri notte in gara-1, a Los Angeles possono già preparare le transenne lungo le strade del centro. La parata per il 15° titolo è solo questione di sbrigare le prossime tre pratiche previste dal regolamento. Superman Howard (12 punti con 1/6 al tiro) ha trovato ad aspettarlo la kryptonite: una difesa fatta di costanti raddoppi (quando non lo marcava Bynum, limitato dai falli).

Ma il fallimento di gara-1 dei Magic (29.9% dal campo contro il 46.1 dei Lakers) è stato totale. Turkoglu (13 con 3/11), Lewis (8 con 2/10), Alston (6 con 2/9): nessuno si è salvato al debutto in una serie per il titolo. Il segnale peggiore è stato l’atteggiamento di Orlando, una volta andata sotto di molti punti: ha mollato, cosa che non gli era mai accaduta in questi playoff. Per i trionfatori, tutti invece hanno contribuito: Gasol (16 e 8 rimbalzi), Odom (11 e 14) ma anche Walton (6) e Fisher (9) sono stati importanti, accanto al Kobe Show.

Parte forte Bynum con 3 canestri nei primi 4’, mentre i Magic puntano sull’isolamento per Howard, che riceve palla fuori area ma ha spazio per metterla a terra e penetrare. I Lakers rispondono con Kobe che cerca di abusare della marcatura del leggerino Courtney Lee in post basso. Il risultato è un 12-12 dopo 6’30″ al primo timeout. I primi cambi vedono Pietrus per Lee e Battie (che spara sul ferro due volte da 4 metri) per Lewis. I Lakers hanno problemi di falli, con Bynum e Ariza che vanno a sedere con due nel giro di 18″ verso la fine del primo periodo. Ma anche Orlando finisce nei guai, quando uno sfondamento molto dubbio di Howard su Gasol spedisce Superman in panchina con due falli 30″ più tardi. I primi 12’ si chiudono con i Magic avanti di 2 (22-24 con 9 di Turkoglu) nonostante una sola tripla (su 2 tentativi) a segno, con i Lakers che difendono forte sul perimetro. Il secondo quarto vede il rientro di Jameer Nelson dopo 4 mesi d’assenza (giocherà 12’ filati). Il play fa subito sentire la sua presenza orchestrando alla grande (2 punti e 3 assist in 3’) il primo break della partita (28-33 a 8’32″ dalla pausa), con Kobe in panca a rifiatare. Ma basta che torni Bryant, Pietrus sparacchi a salve (0/4) e Walton metta 6 punti pesanti e L.A. risorpassa (34-33 a -6’30″). Allora è Van Gundy a rimettere Howard e Turkoglu ma i Magic non trovano più il canestro dal campo e Kobe scalda la mano (16 punti con 8/15). Il vantaggio gialloviola arriva a 7 (41-34 con tripla di Fisher a -4’). Dopo 5’29″ d’astinenza, la tripla di Pietrus toglie il tappo al canestro dei Lakers (43-39). Ma ora i californiani difendono alla morte e Orlando va un po’ in confusione. Kobe è immarcabile e va al riposo con 18 punti e 6 assist e i suoi avanti di 10 (53-43) con 9 punti pesanti di Fisher. L.A. tira con il 52%, Orlando con il 36%.

Kobe apre la ripresa con 4 punti in fila (57-43), i Magic hanno un sussulto con due triple di Lee (59-50) ma ricadono nel baratro quando Alston non punisce i raddoppi su Howard (1/6 a quel punto della gara) e Bryant sforna assist per Odom e Gasol che valgono il 68-50 a 5’42″ dalla fine del terzo quarto. Orlando sembra impotente dinanzi all’orchestra gialloviola. Kobe entra in un’altra dimensione, vede il canesto grande come la piscina di casa, segna in ogni modo e da qualsiasi posizione, uno spettacolo straordinario. I Lakers toccano il +23 (75-52) con il 24 gialloviola a quota 34 con 15/27 al tiro. L’ottavo assist del Mamba Nero per il trepunti di Ariza porta a 25 il vantaggio interno (80-55). Il quarto periodo è pura accademia. Domani notte si torna allo Staples per gara-2. Van Gundy farà bene a trovare qualche rimedio, anche se contro un Kobe così, c’è davvero poco da fare.

NBA: Finale 2009 Los Angeles Lakers – Orlando Magic 100-75 in gara 1ultima modifica: 2009-06-05T13:06:00+02:00da sportblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento