Formula 1: GP Turchia Vettel in Pole Position davanti a Button e Barrichello (tempi e ordine di partenza)

Nel GP di Turchia di Formula 1 Sebastian Vettel ha conquistato la pole position. Sulla pista di Istanbul il tedesco della Red Bull ha fatto segnare il miglior tempo in 1’28″316  . Vettel ha beffato le due Brawn GP: il leader del Mondiale, Jenson Button, ha chiuse secondo davanti al compagno di squadra Rubens Barrichello. Quinto Jarno Trulli (Toyota). Discrete le Ferrari: 6° Kimi Raikkonen, 7° Felipe Massa.

Formula 1 Sebastian Vettel Red Bull.jpg

Il tedesco Sebastian Vettel (Red Bull) partira’ in pole position nel Gp di Turchia. 

La sorpresa, negativa, delle qualifiche è stata però l’eliminazione nel Q1 di Lewis Hamilton. Il campione del mondo ha chiuso 16° nonostante un venerdì che era apparso incoraggiante per la McLaren. Ma anche Heikki Kovalainen non ha fatto molto meglio, piazzandosi 14° nel Q2. Fuori anche le Toro Rosso di Buemi e Bourdais, oltre alla Force India di Giancarlo Fisichella (rallentato da un problema al ripartitore di frenata), che aspetta con ansia le modifiche previste per Silverstone.

GP Turchia Tempi e Ordine di Partenza

P. Pilota Squadra Orario
1 Sebastian Vettel Red Bull 1:28.316
2 Jenson Button Brawn GP 0:00.900
3 Rubens Barrichello Brawn GP 0:01.058
4 Mark Webber Red Bull 0:01.092
5 Jarno Trulli Toyota 0:01.145
6 Kimi Raikkonen Ferrari 0:01.294
7 Felipe Massa Ferrari 0:01.337
8 Fernando Alonso Renault 0:01.554
9 Nico Rosberg Williams 0:01.836
10 Robert Kubica BMW-Sauber 0:01.836
11 Nick Heidfeld BMW-Sauber 0:00.000
12 Kazuki Nakajima Williams 0:00.108
13 Timo Glock Toyota 0:00.274
14 Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes
15 Adrian Sutil Force India-Ferrari 0:01.249
16 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes
17 Nelsinho Piquet Jr Renault
18 Sebastien Buemi Toro Rosso
19 Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 0:01.196
20 Sebastien Bourdais Toro Rosso
Formula 1: GP Turchia Vettel in Pole Position davanti a Button e Barrichello (tempi e ordine di partenza)ultima modifica: 2009-06-06T14:08:00+02:00da sportblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento