Calciomercato: Ufficiale Kakà al Real Madrid (sei anni di contratto)

Ora è ufficiale, Kakà è un giocatore del Real Madrid, il campione brasiliano ha firmato un contratto di sei anni. L’ufficialità è stata data poco dopo la mezzanotte, il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, ha annunciato che Kakà è un giocatore delle merengues. Ormai nessuno più credeva alla possibilità di un colpo di scena dopo che nel pomeriggio il giocatore brasiliano aveva sostenuto le visite mediche, nel ritiro della Nazionale brasiliana a Recife.

Kakà al Real Madrid.jpg

A mezzanotte il sito online del quotidiano As ha riportato la conferma del presidente del Real Madrid, Florentino Perez: “Sì, Kakà ha firmato per sei stagioni”. Il brasiliano si era sottoposto con esito postivo ai test fisici con i medici del Real Madrid che lo hanno raggiunto a Recife, in Brasile, dove si trova in ritiro con la Seleçao. Secondo quanto ha confermato la Federazione brasiliana, Kakà si è sottoposto alle visite davanti a uno staff medico guidato dal responsabile sanitario del Real Madrid, Juan Carlos Hernandez, che per due ore ha visitato il giocatore nella clinica Ipork della località carioca di Recife, di cui è proprietario Romeu Krause.

Ad accompagnare Kakà, il padre e procuratore legale Bosco Leite.”Sono un amico di Runco, il medico della nazionale brasiliana – ha confermato al sito globoesporte.com l’ortopedico Romeu Krause – e sono venuti a fare una valutazione globale di Kakà, che ha in corso una trattativa con il Real. I colleghi spagnoli sono qui per trasmettere a Madrid i risultati dei test” .

Intanto è slittato di un paio d’ore la conferenza di Ricardo Kakà del suo trasferimento al Real Madrid. L’attesa conferenza stampa di Recife, sede del ritiro della nazionale brasiliana, prevista per la mezzanotte italiane, è stata spostata alle 2. Lo ha annunciato la Confederazione brasiliana (Cbf) sul suo sito.

Commenta

Calciomercato: Ufficiale Kakà al Real Madrid (sei anni di contratto)ultima modifica: 2009-06-09T01:01:00+02:00da sportblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento