Calciomercato Milan: Pato e Pirlo non si toccano (Trattative)

Pato e Pirlo ‘non si muoveranno’. Ad assicurarlo e’ il tecnico del Milan, Leonardo, che di Dzeko dice: mi piace molto.Il neo allenatore rossonero giudica inevitabili le voci di fuga dei campioni del Milan, ma – precisa – solo quando chiuderemo il mercato la rosa sara’ completa. Leonardo torna poi su Paolo Maldini, che lo ha definito ‘una scommessa’: ‘Con quella bocca puo’ dire cio’ che vuole’. Infine una battuta su Cristiano Ronaldo: i soldi del Real faranno la differenza.

Milan Pato e Pirlo.jpg

Adriano Galliani pensiero intervistato ai margini della riunione di Lega: “Tutti i big resteranno al Milan al 99,9%. Uno solo al 100% ed è Pato, che è l’attaccante di 19 anni più forte del mondo”. In avanti, bocciato Cassano (“Vogliamo una prima punta”), si tornarà alla carica per Dzeko: “Sì, ci piace e ritenteremo”. In difesa il nome giusto è Mexes: “Non posso dire tutto…”.

Prima di tutto, però, serve un giocatore capace di non far rimpiangere Kakà: Dzeko ci piace. Il Wolfsburg non ci ha fatto una richiesta perché ha dichiarato incedibile il giocatore – ha detto Galliani -. Una cosa legittima visto che ha altri due anni di contratto. Ma noi ritenteremo, è il nostro primo obiettivo. Poi ne abbiamo un secondo e un terzo, su cui andremo nel caso in cui non dovessimo arrivare a lui”. Tra gli altri, però, non c’è Cassano. “Mai pensato a Cassano perché noi stiamo cercando una prima punta. Ero stato un fautore del suo arrivo al Milan quando lasciò il Real, ma l’idea non passò nella nostra commissione interna e ora cerchiamo un centravanti perché abbiamo già i due esterni, Pato e Ronaldinho. Che resteranno. “Tutti i big resteranno al Milan al 99,9%, uno solo al 100% ed è Pato, che è l’attaccante di 19 anni più forte del mondo”.

Tuttavia, Paolo Maldini ha detto che senza Kakà rivincere la Champions League è una utopia. “Non mi permetto di giudicare il parere di Maldini e non lo commento”. Nemmeno la sua idea che Leonardo allenatore sia una scommessa… “Lui ha tutto il diritto di esprimere le proprie opinioni, io di dire le mie e va bene così. Se gli offriremo un posto in società? Non lo so, vedremo”.

Tornando al mercato, si parla di Mexes: “Vedremo, vedremo. Non è che posso dirvi tutto”. Una cosa però l’ha assicurata: il Milan sarà “assolutissimamente competitivo. Per ogni giocatore che parte arriverà un sostituto adeguato. E’ partito Maldini, è arrivato Thiago Silva. E’ partito Kakà, arrivera’ un giocatore importante. Il Milan non sta affatto smobilitando. Fino ad oggi, a parte altri che hanno giocato meno, sono partiti giocatori come Senderos, Shevchenko e Mattioni, che non sono stati riscattati”.

Ma la Champions è davvero una utopia? “Non lo è perché il calcio non è uno sport esatto – ha risposto stavolta Galliani -. Ci sono altri sport più esatti come il basket, dove alla Final Four arrivano le quattro squadre con il budget più alto. Fortunatamente invece il calcio non lo è. Non è detto che con gli undici giocatori più forti del mondo arrivi la Champions. Poi al Real e al Barcellona quando sono arrivati undici, dodici, quindici giocatori ci si ferma. Siccome di bravi giocatori al mondo ce ne sono più di trenta, si spera che gli altri siano altrettanto bravi come i primi. Per fortuna nel mondo si generano più giocatori bravi delle capacità di acquisto del Barcellona e del Real Madrid…”.

Calciomercato Milan: Pato e Pirlo non si toccano (Trattative)ultima modifica: 2009-06-11T17:13:18+02:00da sportblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento