24 Ore di Le Mans 2009 vincitore Peugeot disfatta Audi (Tempi e Ordine di arrivo)

24 Ore di Le Mans, la Peugeot vince la storica gara automobilistica della 24 ore di Le Mans dopo sedici anni, erano i tempi di un certo Jean Todt, una vittoria storica con una doppietta che va a spezzare l’egemonia Audi che durava da nove anni, compresa la vittoria della Bentley del 2003 frutto di un progetto firmato Audi. Quest’anno la Peugeot non ha sbagliato nulla, ad eccezione della prima ora quando alcuni pasticci potevano costare caro, ma questa volta l’Audi non si è dimostrata la corazzata inaffondabile degli scorsi anni.

24 Ore Le Mans.jpg
Formula 1 sul tuo PC.jpg

Questa volta a Ingolstadt devono mandare giù il boccone amaro delal sconfitta, una sconfitta giunta dopo una gara travagliatissima, condita da errori di guida anche clamorosi e da cronici guai meccanci, come il surriscaldamento degli intercooler della R15 numero 1, che costringeva la vettura ad una sosta prolungata praticamente ad ogni pit stop.

La festa coinvolge anche i piloti, come Marc Genè, primo pilota spagnolo a trionfare alla maratona Sarthe ma anche per David Brabham, che continua la tradizione di famiglia di vincitori e Alexander Wurz, austriaco di grande spessore nelle gare endurance. La festa continua anche per la 908 di Sebastien Bourdais, Franck Montagny e Stephane Sarrazin  secondi, ma protagonisti di una gara sempre all’attacco.

Grande prestazione per l’Aston Martin Lola, che al debutto porta a casa un quarto posto assoluto con l’equipaggio Charouz / Enge / Mucke, me la festa deve comprendere anche il team Oreca con Panis / Lapierre / Ayari bravissimi a chiudere quinti assoluti. Sesto posto per la terza Peugeot ufficiale falcidiata da incidenti e guai meccanici, ma autrice anche di una gara davvero tirata nel tentativo di recuperare.

Onore alla Porsche RS Spyder del team Essex, che domina in classe LMP2, mentre grande soddisfazione per la Lola Judd dello Speedy Racing Sebah dell’equipaggio Kane / Leuenberger / Pompidou, seguita dalla Pescarolo Mazda dell’OAK Racing di Nicolet / Hein / Yvon. Grande peccato per la Porsche del team Goh finita fuori pista dopo aver mantenuto la seconda posizione di classe per tutta la gara fino al botto nella penultima ora di gara.

In classe LMGT1 la Corvette Racing vince con un arrivo da cardiopalma la sua ultima gara in questa classe; le due vetture ufficiali hanno dominato per tutta la gara salvo poi rischiare di non raccogliere nulla dopo il ritiro della 64 e l’arrivo a stento della 63 di O’Connell / Magnussen / Garcia seguita dalla Corvette del team Alphand Aventures di Jousse / Maasen / Clairay, mentre in terza posizione giunge la disastrosa Aston Martin DBR9 di Lichtner Hoyer / Gruber / Mulle martoriata da guasti ed errori di guida clamorosi.

Vittoria schiacciante della Ferrari nella classe LMGT2 con il team Risi vero mattatore della classe con l’equipaggio Melo / Kaffer / Salo seguiti dall’italianissimo BMS Scuderia Italia con i nostri Babini / Malucelli / Ruberti e dalla seconda vettura del team risi di Krohn / Jonsson / ven de Poele. Ottimo risultato anche per la Spyker, che senza alcuna possibilità di competere con Ferrari e Porsche finisce quinta di classe con l’equipaggio oronel / Janis / Bleekemolen, mentre le Porsche hanno vissuto una gara davvero pessima con tanti ritiri nonostante la 911 GT3 RSR sia apparsa superiore nella prestazione assoluta alla F430 GT.

Da dimenticare anche la gara delle Audi di Luhr / Rockenfeller / Werner, ritirati dopo un incidente clamoroso e di Bernhard / Dumas / Premat autori di una gara terribile piena di guasti ed errori. Consolante l’esito dei vari incidenti, anche davvero brutti, in cui nessun pilota è rimasto ferito in modo serio. Ora la sfida per la vittoria della edizione 2010 partirà con nuovi valori in campo e vedremo se da una parte Peugeot manterrà la leadership tecnologica o se l’Audi reagirà.

L’ordine d’arrivo della 77° 24 ore di Le Mans:

  1. 9 – Team Peugeot Total – Peugeot 908 – Brabham / Genè / Wurz – 382 giri in 24h01′45″442
  2. 8 – Team Peugeot Total – Peugeot 908 – Bourdais / Montagny / Sarrazin – a 1 giro
  3. 1 – Audi Sport Team Joest – Audi R15 – Capello / Kristensen / McNish – a 6 giri
  4. OO7 – AMR Eastern Europe – Lola Aston Martin – Charouz / Enge / Mucke – a 9 giri
  5. 11 – Team Oreca AIM – Oreca 01 AIM – Panis / Lapierre / Ayari – a 12 giri
  6. 7 – Team Peugeot Total – Peugeot 908 – Minassian / Lamy / Klien – a 13 giri
  7. 14 – Kolles – Audi R10 – Karthikeyan / Zwolsman – a 13 giri
  8. 16 – Pescarolo Sport – Pescarolo Judd – Tinseau / Jouanny – a 14 giri
  9. 15 – Kolles – Audi R10 – Bakkerud / Mondini – a 22 giri
  10. 31 – Team Essex – Porsche RS Spyder – Collard / Elgaard / Poulsen – a 25 giri
  11. 12 – Signature Plus – Courage Judd – Ragues / Mailleux / Andre – a 38 giri
  12. 33 – Speedy Racing Team Sebah – Lola Judd Coupe – Kane / Leuenberger / Pompidou – a 39 giri
  13. OO8 – Aston Martin Racing – Lola Aston Martin – Davidson / Turner / Verstappen – a 40 giri
  14. 13 – Speedy Racing Team Sebah – Lola Aston Martin – Belicchi / Jani / Prost – a 40 giri
  15. 63 – Corvette Racing – Corvette C6.R – O’Connell / Magnussen / Garcia – a 40 giri
  16. 73 – Luc Alphand Aventures – Corvette C6.R – Jousse / Maasen / Clairay – a 46 giri
  17. 3 – Audi Sport Team Joest – Audi R15 – Bernhard / Dumas / Premat – a 49 giri
  18. 82 – Risi Competizione – Ferrari F430 GT – Melo / Kaffer / Salo – a 53 giri
  19. 97 – BMS Scuderia Italia – Ferrari F430 GT – Babini / Malucelli / Ruberti – a 55 giri
  20. 24 – OAK Racing – Pescarolo Mazda – Nicolet / Hein / Yvon – a 57 giri
  21. 23 – Strakka Racing – Ginetta Zytek – Hardman / Leventis / Watts – a 57 giri
  22. 83 – Risi Competizione – Ferrari F430 GT – Krohn / Jonsson / ven de Poele – a 59 giri
  23. 92 – JMW Motorsport – Ferrari F430 GT – Bell / Sudgen / Kirkaldy – a 62 giri
  24. 4 – Creation Autosportif – Creation Judd – Campbell-Walter / Ickx – a 63 giri
  25. 85 – Snoras Spyker Squadron – Spyker C8 Laviolette – Coronel / Janis / Bleekemolen – a 63 giri
  26. 78 – AF Corse – Ferrari F430 GT – Perez Companc / Russo / Bruni – a 65 giri
  27. 84 – Team Modena – Ferrari F430 GT – Mansell / Ehret / Rusinov – a 68 giri
  28. 32 – Barazi Epsilon – Zytek 07S – Barazi / Rees – a 76 giri
  29. 99 – JMB Racing – Ferrari F430 GT – Rodrigues / Lebon – a 78 giri
  30. 81 – Team Advanced Engineering – Ferrari F430 GT – Kitch jr / Foster / Dempsey – a 81 giri
  31. 66 – Jetalliance Racing – Aston Martin DBR9 – Lichtner Hoyer / Gruber / Mulle – a 88 giri
  32. 96 – Virgo Motorsport – Ferrari F430 GT – M.McInerney / S.McInerney / Vergers – a 102 giri
  33. 75 – Endurance Asia Team – Porsche 911 GT3 RSR – O’Young / Hesnault / Kralev – Ritirati
  34. 5 – Navi Team Goh – Porsche RS Spyder – Ara / Kunimoto / Maassen – Ritirati
  35. 64 – Corvette Racing – Corvette C6.R – Beretta / Gavin / Fassler – Ritirati
  36. 25 – RML – Lola Mazda Coupe – Newton / Erdos / Dyson – Ritirati
  37. 87 – Drayson Racing – Aston Martin Vantage – Drayson / Cocker / Franchitti – Ritirati
  38. 76 – IMSA Performance Matmut – Porsche 911 GT3 RSR – Narac / Long / Pilet – Ritirati
  39. 39 – KSM – Mazda Spyder – Noda / de Pourtales / Marsh – Ritirati
  40. OO9 – Aston Martin Racing – Lola Aston Martin – Hall / Kox / Primat – Ritirati
  41. 10 – Team Oreca AIM – Oreca 01 AIM – Senna / Ortelli / Monteiro – Ritirati
  42. 17 – Pescarolo Sport – Peugeot 908 – Boullion / Treluyer / Pagenaud – Ritirati
  43. 35 – OAK Racing – Pescarolo Mazda – Lahaye / Ajlani / Moreau – Ritirati
  44. 30 – Racing Box – Lola Judd – Piccini / Bobbi / Biagi – Ritirati
  45. 80 – Flying Lizard Motorsport – Porsche 911 GT3 RSR – Bergmeister / Neiman / Law – Ritirati
  46. 89 – Hankook Team Farnbacher – Ferrari F430 GT – Simonsen / Farnbacher / Montanari – Ritirati
  47. 6 – Team LNT – Ginetta Zytek – Tomlinson / Dean / Moore – Ritirati
  48. 2 – Audi Sport Team Joest – Audi R15 – Luhr / Rockenfeller / Werner – Ritirati
  49. 41 – GAC Racing Team – Zytek 07S – Ojjeh / Gosselin / Peter – Ritirati
  50. 70 – IMSA Performance Matmut – Porsche 911 GT3 RSR – Felbermayr, Felbermayr jr, Lecourt – Ritirati
  51. 72 – Luc Alphand Aventures – Corvette C6.R – Alphand / Gregoire / Gouselard – Ritirati
  52. 26 – Bruichladdich Bruneau – Radical AER – Bruneau / Rostan / Greaves – Ritirati
  53. 40 – Quifel – ASM Team – Ginetta Zytek – Amaral / Pla / Smith – Ritirati
  54. 77 – Team Felbermayr Proton – Porsche 911 GT3 RSR – Lieb / Lietz / Henzler – Ritirati
  55. 68 – Jloc – Lamborghini Murcielago – Apicella / Yamagishi – Ritirati
24 Ore di Le Mans 2009 vincitore Peugeot disfatta Audi (Tempi e Ordine di arrivo)ultima modifica: 2009-06-15T17:08:00+02:00da sportblog
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “24 Ore di Le Mans 2009 vincitore Peugeot disfatta Audi (Tempi e Ordine di arrivo)

Lascia un commento